Categoria: Osteopatia

Home / Osteopatia
I sintomi vaghi e la misurazione HRV
Articolo

I sintomi vaghi e la misurazione HRV

Le alterazioni del SNA e della variabilità della frequenza cardiaca sono in grado di determinare una serie di sintomi, detti Sintomi Vaghi, o Sintomi Medici Inspiegabili (MUS), in quanto possono presentarsi anche in assenza di una patologia conclamata

cmo-osteopatia-centro-firenze-occlusione-atm-postura-considerazioni-per-un-approccio-globale-andrea-corti
Articolo

Occlusione, ATM, Postura: considerazioni per un approccio globale – parte III

Il ruolo dell’apparato stomatognatico nella respirazione lo possiamo riassumere in questi concetti:
La respirazione è la prima funzione a comparire e ultima a scomparire; il complesso cranio-maxillo-facciale ha stretti legami con l’insieme della gabbia toracica (catena viscerale anteriormente e vertebrale posteriormente), tutte queste strutture hanno origine comune, membranosa: esiste quindi una concatenazione nello sviluppo armonico o patologico.

cmo-osteopatia-centro-firenze-effetti-fisici-cerebrali-comportamentali-utilizzo-tecnologia-digitale
Articolo

Gli effetti fisici, cerebrali e comportamentali riguardanti l’utilizzo della Tecnologia Digitale

Gli straordinari sviluppi nel campo delle ICT digitali (tecnologie dell’informazione e della comunicazione) stanno modificando profondamente le nostre abitudini di vita quotidiane.
I filosofi contemporanei dicono che stiamo vivendo un passaggio epocale, una vera e propria rivoluzione culturale. I confini tra quella che è la nostra vita online, rispetto a quella offline, tendono a sparire e siamo quindi connessi gli uni con gli altri continuamente.

cmo-osteopatia-centro-firenze-occlusione-atm-postura-considerazioni-per-un-approccio-globale-andrea-corti
Articolo

Occlusione, ATM, Postura: considerazioni per un approccio globale – parte I

La relazione tra malocclusione, postura corporea e disordini dell’ATM (DTM) è un argomento controverso e tuttora molto dibattuto in ambito scientifico. In una recente revisione della letteratura (Manfredini D, Castroflorio T, Perinetti G, Guarda-Nardini L.) si afferma che le indagini posturografiche non hanno trovato costantemente una relazione tra occlusione e postura corporea.

cmo-osteopatia-centro-firenze-razionale-approccio-integrato-paziente-artrite-reumatoide-osteopatia-sistema-antinfiammatorio-colinergico-nicola-barsotti
Articolo

Razionale per un approccio integrato alla gestione del paziente con artrite reumatoide: l’osteopatia e il sistema antinfiammatorio colinergico – parte III

Le molecole mediatrici dell’infiammazione in grado di attivare il ramo sensoriale del vago sono svariate: endotossine, prostaglandine, sostanza P, citochine infiammatorie e altri prodotti endogeni ed esogeni rilasciati durante le infezioni e le lesioni. Il ramo efferente, invece, rilascia neuropeptidi, catecolamine e sostanza P, ossia quelle molecole che si legano ai recettori espressi dalle cellule endoteliali e muscolari lisce, dai linfociti, dai monociti, dai macrofagi ecc. per regolare la vasodilatazione, l’aumento della permeabilità dei capillari, il reclutamento dei neutrofili e altro ancora (Tracey 2014).

cmo-osteopatia-centro-firenze-razionale-approccio-integrato-paziente-artrite-reumatoide-osteopatia-sistema-antinfiammatorio-colinergico-nicola-barsotti
Articolo

Razionale per un approccio integrato alla gestione del paziente con artrite reumatoide: l’osteopatia e il sistema antinfiammatorio colinergico – parte II

Negli ultimi anni stanno emergendo sempre più evidenze sulle modalità di azione della manipolazione osteopatica. In questo caso, dopo aver spiegato le modalità di funzionamento del sistema antinfiammatorio colinergico, mi soffermerò soltanto sul suo effetto iperparasimpaticotonico (Ruffini 2015) e conseguentemente antinfiammatorio per evitare che il documento venga troppo lungo.