Seminari di Omeopatia della Dott.ssa Pia Barilli

Home / Corsi / Seminari di Omeopatia della Dott.ssa Pia Barilli
Seminari di Omeopatia della Dott.ssa Pia Barilli

La salute è il primo pensiero per chi vuol conoscere l’omeopatia, considerata come la capacità di mantenere l’equilibrio della forza vitale, di quella forza che ci è assolutamente necessaria per poter vivere. La forza vitale governa la salute dandoci la capacità di reagire in un processo continuo e dinamico che, fin che funziona, ci mantiene in salute. Quando la forza vitale non è più in grado di organizzare una risposta adeguata, si cade malati.

Questo è il termine che usa Hahnemann “cadere malati” perché l’ammalarsi è una caduta dal piano della salute verso il piano della malattia. I sintomi sono segnali che chiedono una risposta, non necessariamente malattia. La cura in omeopatia significa riequilibrare la forza vitale la quale a sua volta riequilibra il corpo fisico.

Programma

22 Gennaio 2020

  • Vita di Hahnemann
  • Principio di similitudine
  • Cause dell’ammalarsi, forza vitale
  • Suscettibilità individuale

5 Febbraio 2020

  • Macrocosmo, microcosmo
  • Elementi e temperamenti
  • La salute dell’individuo in relazione all’ambiente

19 Febbraio 2020

  • Come si svolge la visita omeopatica
  • Comportamento durante la cura omeopatica
  • Osservazioni dopo l’assunzione dei rimedi
  • Ripetizione della dose
  • Aggravamento omeopatico

4 Marzo 2020

  • Quali sono i rimedi omeopatici, come si preparano, l’uso delle diverse diluizioni, il loro utilizzo nelle malattie acute e croniche.

I 4 seminari si terranno in via Ungheria 32, Firenze

Il costo complessivo dei 4 incontri è di 90 euro + iva a persona

130 euro + iva per coppia

Ultimi posti disponibili, per info e iscrizioni:

 


 

Perché un corso per i pazienti?

Ogni anno verso gennaio propongo un corso per i pazienti che vogliono conoscere come funziona l’omeopatia. In realtà credo che in questa fase storica nella quale si parla di consenso informato, qualunque approccio medico dovrebbe proporre corsi che spieghino le basi e il metodo dei vari approcci medici che attualmente i pazienti possono scegliere di seguire.

Se conosciamo, anche per sommi capi ma almeno nelle sue parti essenziali, qualunque cosa, possiamo sceglierla in maggiore libertà. Detta in altro modo, la libertà di scelta terapeutica, di cui si parla spesso, ha senso se conosco i termini degli approcci fra cui devo/voglio scegliere, altrimenti rischia di essere ideologica o superficiale. In genere per scegliere è necessario conoscere.

Quello che propongo nel corso, quindi, è l’approccio omeopatico perché è il mio lavoro quotidiano da 40 anni. Mi piacerebbe molto vedere altri colleghi presentare ai pazienti altri approcci: agopuntura, medicina, convenzionali, fitoterapia, osteopatia, etc.

La medicina nel corso della storia ha prodotto molti metodi, più antichi o più moderni, in oriente e in occidente, tanta sapienza da conoscere. Se si presenta un approccio medico, si deve partire sempre dalla considerazione di quello che si intende per salute e per malattia: gli strumenti terapeutici che poi vengono usati sono conseguenze di come si vedono salute e malattia. Questo è l’inizio di ogni mio corso, questo è il modo per capire cosa significa curare.

Dott.ssa Pia Barilli